jump to navigation

il 25 aprile, Mister B e la legge 1360 aprile 25, 2009

Posted by pagineonlife in società.
Tags: , , , , , , , , , , , , , , ,
2 comments

“…se vi sentono quelli della Muti …zitti, zitti, se no finite nei campi in Germania”. “Attenti, c’è la banda Carità, se ti prendono prima ti torturano, poi ti uccidono”. “La banda Cock fa di peggio”.

Non so quanti possono ancora ricordare frasi così. Le dicevano impauriti i nostri padri e le nostre madri negli anni del fascismo e della Rsi. Le dicevano gli antifascisti, gli operai in sciopero che difendevano le fabbriche dai tedeschi, i partigiani, le donne, i vecchi. E gli ebrei in fuga. Gente massacrata nelle carceri, nei campi di concentramento, fucilata, mitragliata alle spalle, impiccata sugli alberi nelle piazze delle città e dei paesi con un cartello appeso al collo con la scritta bandito. Vittime degli uomini di Pavolini, della Banda Carità, della Muti, delle Brigate nere della Decima MAS. O dei corpi scelti che avevano giurato fedeltà a Hitler come le SS italiane, 15-20 mila persone, mostrine rosse e nere, sui berretti e sugli elmetti il “teschio d’argento”, sul bavero le due S stilizzate. (altro…)

Annunci

serate romane marzo 14, 2009

Posted by pagineonlife in società.
Tags: , , , , , , , , ,
2 comments

Serate a casa Vespa a Trinità dei Monti a Roma. L’altra sera, leggiamo da Repubblica, c’erano Muti, Alemanno, Laura Ravetto, Gianni Letta e consorte, Berlusconi senza consorte, un alto prelato…
E Galeazzo Ciano?

Da Hitler, il figlio della Germania, di Antonio Spinosa, pag. 243:

…il governo aveva davanti a se grandi traguardi e non poteva “mercanteggiare e implorare” ogni momento il voto del Reichstag. Il governo sarebbe andato avanti per la sua strada, ma ciò non avrebbe comportato né la soppressione del parlamento – il Reichstag sarebbe stato messo di tanto in tanto al corrente dei progetti del cancelliere…