jump to navigation

il 25 aprile, Mister B e la legge 1360 aprile 25, 2009

Posted by pagineonlife in società.
Tags: , , , , , , , , , , , , , , ,
2 comments

“…se vi sentono quelli della Muti …zitti, zitti, se no finite nei campi in Germania”. “Attenti, c’è la banda Carità, se ti prendono prima ti torturano, poi ti uccidono”. “La banda Cock fa di peggio”.

Non so quanti possono ancora ricordare frasi così. Le dicevano impauriti i nostri padri e le nostre madri negli anni del fascismo e della Rsi. Le dicevano gli antifascisti, gli operai in sciopero che difendevano le fabbriche dai tedeschi, i partigiani, le donne, i vecchi. E gli ebrei in fuga. Gente massacrata nelle carceri, nei campi di concentramento, fucilata, mitragliata alle spalle, impiccata sugli alberi nelle piazze delle città e dei paesi con un cartello appeso al collo con la scritta bandito. Vittime degli uomini di Pavolini, della Banda Carità, della Muti, delle Brigate nere della Decima MAS. O dei corpi scelti che avevano giurato fedeltà a Hitler come le SS italiane, 15-20 mila persone, mostrine rosse e nere, sui berretti e sugli elmetti il “teschio d’argento”, sul bavero le due S stilizzate. (altro…)

Annunci

la giornata della memoria gennaio 27, 2009

Posted by pagineonlife in società.
Tags: , , , , , , , , ,
2 comments

La stella appuntata sul petto degli ebrei non mi è mai piaciuta. Fin da ragazzo ho avuto un senso di fastidio e ho sofferto come sa soffrire un bambino per quelle povere persone costrette a subire disprezzo e odio. Ricordo vecchie foto d’epoca: la stella è cucita sui lunghi cappotti degli anziani e sulle giacchette dei bambini con le mani alzate. Con quella stella cominciava una storia di privazioni, violenze, morte. Libri e film, tantissimi, ci raccontano questa tragedia e ce la ripropongono in tutta la sua atrocità. “Portiere di notte”, “La caduta degli dei”, sono i più vecchi film che mi vengono in mente. Come pure mi ricordo della ragazza ebrea interpretata da una giovane Carla Gravina in fuga con la sua valigia nel bellissimo “Tutti a casa” del ’60 di Comencini. (altro…)