jump to navigation

l’affare atomico febbraio 27, 2009

Posted by pagineonlife in società.
Tags: , , , , , , , , ,
4 comments

Era il 26 aprile del 1986: un reattore della centrale nucleare di Chernobyl, in Ucraina, fu distrutto da una tremenda esplosione. Nubi altamente radioattive invasero l’Europa e il resto del mondo. Secondo gli scienziati quell’incidente potrebbe uccidere ancora. Quindici mila volte in più di quanto ufficialmente stimato.

C’è un libro di parole e foto, ed è un libro lacerante. E lo consiglio a chi oggi ha certezze e che vuole la centrale  nucleare nel giardino di casa. Un giovane spinto dalla voglia di esserci ha raccontato Chernobyl vent’anni dopo, l’ha fatto con scatti in bianco e nero, con parole e citazioni. Un libro che invita a dire no, e dove si incrociano la vita e la morte, aule scolastiche lasciate intatte, un orsacchiotto a fianco a una maschera antigas, una madre accanto alla figlia malata, un piccolo bimbo con pistola giocattolo, i ragazzini del carcere minorile. Carcasse di auto. Si chiama “Viaggio al termine della notte”, è edito da Vie di mezzo, e l’autore è Carlo Spera, 33 anni, di Lanciano, in provincia di Chieti, che alcuni anni fa ha viaggiato nelle zone contaminate, da Chernobyl al sud della Bielorussia, guardando, fotografando, parlando con medici e infermieri, con genitori di bambini malati, con i militari. (altro…)